Zetesis Psiche
 
In questo ventennio abbiamo privilegiato il settore dello sviluppo infantile con interventi mirati che hanno riguardato bambini, adolescenti, genitori, insegnanti. Tale scelta è dettata dalla considerazione che abbiamo per l’azione preventiva che può essere svolta attraverso un corretto approccio educativo.

Area dell’educazione e della prevenzione

 
Il lavoro nelle scuole e le scuole dell’infanzia

 

Dal 1998 al 2007

Abbiamo lavorato in ambito scolastico con progetti di prevenzione del disagio e formazione del corpo docente ad una sana relazionalità, progetti che portiamo avanti tuttora e che hanno consentito l’erogazione di circa 600 ore di formazione

In quegli anni abbiamo svolto azioni sul territorio tesi a sensibilizzare la qualità delle relazioni intrafamiliari proponendo gruppi di crescita per genitori.

Per conto della provincia di Caserta abbiamo sviluppato per due anni uno sportello di sostegno ai malati oncologico le loro famiglie. Tale sportello ha potuto poi vivere di finanziamenti attraverso donazioni fino allo scorso anno dove, con sofferenza, per mancanza di fondi è stato chiuso.

Dal 2007 fino ad oggi

Insoddisfatti della discontinuità del lavoro svolto nelle scuole, che rendeva impossibile comprendere la ricaduta e gli esiti del proprio intervento abbiamo deciso di costruire in proprio una sperimentazione educativa. Abbiamo deciso di costruire una scuola dell’infanzia che sperimentasse un metodo per favorire la crescita delle diverse intelligenze del bambino e in particolare focalizza la crescita della vita emotiva e relazionale, considerate fattori di salute fondamentali

E’ nato così il “modello integrato della persona”, un modello educativo che, attraverso attività didattiche appositamente studiate propone uno sviluppo integrato del bambino affiancando alle consuete aree di sviluppo cognitivo un lavoro mirato al potenziamento delle intelligenze emotiva, creativa, corporea e sociale.

Il modello integrato della persona ha riscosso un certo interesse scientifico tanto da essere pubblicato su diverse riviste e su una pubblicazione cartacea “Un’altra scuola è possibile”- Edizioni Enea. 

Dal 2009 fino ad oggi

I disturbi dell’apprendimento.

Avendo notato un certo incremento dei disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) abbiamo iniziato a occuparci da circa cinque anni di questo argomento e seguendo bambini affetti da ritardo lieve o da problemi di apprendimento. Con l’ausilio di una Neuropsichiatra Infantile esperta nel settore abbiamo formato alcuni psicologi alla corretta gestione della diagnosi e del trattamento di tali disturbi. Vantiamo ormai una lunga esperienza e ci siamo confrontati, attraverso la formazione personale, con i principali autori italiani del settore.

Dal 2013 fino ad oggi

Il bambino dirompente

Ci siamo accorti del progressivo incremento di comportamenti disregolativi del bambino ( opposizionismo, mancanza di regole, distraibilità , iperattività ecc.) ed abbiamo per questo dato vita a un gruppo di lavoro che si occupa del bambino dirompente attraverso un intervento integrato individuale, familiare e scolastico. Ci siamo confrontati con metodologie attuate con successo in questo settore clinico (copyng power) adattandoli ad una nostra personale metodologia che ha permesso la risoluzione di numerosi casi.

Dal 2014 ad oggi

Il mutismo selettivo

Abbiamo incontrato sul nostro cammino il problema del mutismo selettivo, fenomeno più ampio e frequente di quanto si possa immaginare e, grazie a una metodologia che si è rivelata vincente nella cura di questo problema, siamo diventati soci e referenti clinici della AImuSE, (Associazione Italiana Mutismo Selettivo) con il quale sviluppiamo progetti di formazione supervisione e clinica.

Oggi

Patologie correlate a Internet

Sempre nell’ottica di andare incontro ai problemi emergenti in senso alla società abbiamo dato vita a un gruppo di lavoro che si occupa di dipendenze da internet (dipendenze, isolamento sociale, cyberbullismo) sviluppando metodologie di cura e lavorando alla prevenzione mediante interventi formativi e informativi

 

PRINCIPI CHE GUIDANO LE NOSTRE AZIONI

 
Gli Utenti della Cooperativa sono le persone e le famiglie che vivono una situazione di svantaggio a causa della loro disabilità, che può essere fisica, intellettiva e relazionale. Attraverso il nostro operato si vuole trasformare la crisi, indotta da dinamiche psicologiche disfunzionali o da momenti di vita in cui emerge con maggiore vigore la fragilità umana, in opportunità di crescita personale e di costruzione di nuovi orizzonti di speranza. I rapporti tra la Cooperativa, quale erogatore di servizi, e l’utenza, devono essere basati sui seguenti principi fondamentali, che la Cooperativa Sociale ZETESIS si impegna a rispettare:

EGUAGLIANZA

Nell’erogazione dei servizi deve essere garantita l’uguaglianza di tutti gli utenti; nessuna distinzione può essere compiuta per motivi riguardanti sesso, razza, lingua, religione e opinioni politiche.

IMPARZIALITÀ

Il comportamento del soggetto erogatore di servizi deve essere ispirato a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità.

CONTINUITÀ

 L’erogazione dei servizi sanitari e assistenziali deve essere continua, regolare e senza interruzioni, in caso di irregolare funzionamento, dovuto a cause di forza maggiore, devono essere adottate le misure idonee, onde arrecare il minore danno possibile.

DIRITTO DI SCELTA

Compatibilmente con la normativa vigente, l’utente ha diritto di scegliere tra i soggetti che erogano il servizio di cui ha bisogno.

 PRIVACY

La tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali: in attuazione delle disposizioni in materia di privacy (D.lg. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali”).

EFFICIENZA ED EFFICACIA

L’amministrazione è tenuta ad adottare le misure idonee per garantire che l’erogazione dei servizi sanitari e assistenziali sia improntata all’efficienza, in modo da assicurare tutta la possibile soddisfazione dell’utente, con l’impiego di adeguate risorse finanziarie.

SUPERVISIONE E SOSTEGNO AGLI OPERATORI

Tutti i progetti prevedono un momento di supervisione cui tutta la equipe di lavoro partecipa. In particolare i lavori ad alta intensità emotiva (violenza, lutto, oncologia) sono seguiti con particolare attenzione per evitare fenomeni di collusione o di bourn out.

FORMAZIONE PERMANENTE DEGLI OPERATORI

Zetesis promuove percorsi di autoformazione e di formazione esterna accumulando un sempre maggiore livello di competenza. Tutti i nostri operatori si impegnano a garantire un monte ore minimo di 30 ore di formazione annue da svolgere presso le nostre sedi o in percorsi concordati.

RICERCA

La ricerca scientifica è il motore primario del nostro gruppo tanto da aver dato il nome di battesimo alla cooperativa sociale: “zetesis” infatti significa “ricerca” e vuole simboleggiare sia l’attitudine al rigore e al metodo scientifico, quanto l’incessante viaggio dell’uomo verso la conoscenza e la crescita personale.